Cocktail…le origini – quinta ipotesi

origini cocktailLa parola Cocktail ha origini incerte, dato che sono numerose le ipotesi che sono state raccolte nel corso dei tempi, che inevitabilmente portano a ritenere una teoria più valida delle altre.

Alcune ipotesi vantano origini piuttosto lontane nel tempo: in generale si tende a ritenere che l’origine della parola Cocktail nasca tra il 1800 ed il 1900, anche se alcune affondano le proprie radici molto più indietro.

Una teoria molto considerata è basata su un’abitudine che viene fatta risalire addirittura ai primi anni del diciassettessimo secolo, e quindi più di quattrocento anni orsono.

Tale abitudine consisteva nel trovare un modo per poter distinguere i cavalli purosangue dai meticci: questo era ritenuto molto importante, data l’importanza stessa dei cavalli in quel periodo storico, senza tralasciare il valore economico dei quadrupedi.

I cavalli non di razza venivano quindi resi riconoscibili dai loro simili “più nobili” mozzando loro la coda, in modo che già ad una prima occhiata potessero essere notati.

origini cocktail cocked tailLa pratica era in realtà adottata verso tutti gli animali, anche se i cavalli erano ritenuti più importanti data la versatilità che li ha sempre contraddistinti nel corso della storia.

In lingua inglese l’atto di mozzare la coda viene tradotto con la frase “dock the tail“, volgarmente anche conosciuta cone “cock the tail”: da qui l’origine di chiamare i cavalli non purosangue, e cioè i cavalli ” cocked tail“, oppure “cock tail”.

La similitudine con i drink miscelati è presto spiegata: così come i cavalli meticci sono un miscuglio di razze, così i cocktail sono un miscuglio, e quindi una miscela, di prodotti alcolici e non.

Questa teoria, molto verosimile, è una delle più accreditate date il valore storico e la fondatezza dell’usanza ricorrente nei tempi che furono.

 

Lascia un commento