Jigger Versus Metal Pour …round 2

jigger metal pour barman

jigger metal pour attrezzatura barmanAbbiamo già trattato l’attualissima diatriba intorno all’utilizzo di metal pour e jigger, piuttosto che la combinazione tra i due utensili.

Il tema ha aperto un dibattito più o meno acceso, tra i sostenitori dell’una o dell’altra tecnica, mentre risulta sempre più massiccia la “fazione” neutrale, e cioè che non preclude l’uso di metal pour o di jigger, a seconda dell’utilizzo: pare infatti che piuttosto che la tecnica sia importante l’opportunità nella quale si possa andare a scegliere quale tool utilizzare.

Per continuare l’interessante e vivace discussione riportiamo il parere di un Maestro del bartending nazionale, ovvero Giorgio Tagliabue, il quale, oltre a deliziare il palato con i suoi cocktail, ha intrapreso una stupefacente presentazione dei suoi cocktail nel suo nuovo locale, lo Shake di Rovellasca, alle porte della provincia lariana.

bar shake
Lo Shake Club è questo: “Seri Professionisti, Avanguardisti di tendenze per quanto riguarda il bere miscelato (cocktail), conoscitori ed estimatori di vini e distillati, ci occupiamo del nostro locale mossi da una smisurata passione per tutto ciò che suggeriamo e realizziamo” e chiedamo direttamente a Giorgio di illustrarci il suo pensiero in tema di jigger versus metal pour:


“Riguardo la diatriba Jigger Versus Metal pour,

ritengo che entrambi i sistemi possano essere adottati a seconda del drink che andremo a preparare.

Una piccola postilla : Io sono della vecchia guardia e l’abilità di un buon barman la si valutava a seconda delle capacità di eseguire un drink senza l’ausilio di nulla, versando a mano libera.

barman giorgio tagliabueIn questo gli Italiani erano così forti che quando si recavano a lavorare negli USA, gli facevano fare delle prove pre-assunzione, valutandone appunto questo aspetto.

Qualunque sistema si utilizzi l’importante è il risultato finale. Il drink il più possibile perfetto.”

Un grazie a Giorgio ed al suo autorevolissimo parere, avremo presto la fortuna di parlare con lui in maniera più approfondita!

Leave a Comment