La lista dei cocktail IBA 2020

lista-cocktail-iba-2020

I cocktail IBA 2020

A nove anni dalla precedente edizione del 2011, la 5° della storia, la lista ufficiale dei cocktail IBA si rinnova. Durante il meeting di Chengdu dei primi di novembre del 2019, il vice presidente Giorgio Fadda presenta il nuovo ricettario degli IBA cocktail.

Quattro mesi più tardi, e dopo una serie di consultazioni tra i professionisti più esperti del mondo, si giunge alla presentazione ufficiale della nuova lista dei cocktail IBA 2020.

Il ricettario, suddiviso nelle tre categorie già esistenti , comprende un totale di 98 cocktail: 33 cocktail The Unforgettables, 31 Contemporary Classics e 26 New Era Drinks. In aggiunta sono incluse 8 varianti di 3 ricette originali.

La nuova lista cocktail sembra mettere d’accordo tutti, nonostante delle importanti decisioni che riguardano ogni categoria.

Le novità dei cocktail IBA 2020

La grande novità risiede nella categoria The Unforgettables, dichiarata chiusa dai membri del board durante l’incontro del 2011. Da questa categoria di cocktail storici vengono esclusi Bacardi, Derby e Screwdriver. Al contrario, questa categoria vede l’introduzione di 7 nuovi drink, tra i quali dei classici come Martinez, Boulevardier e Vieux Carrè.

Nella categoria dei Contemporay Classics spariscono 4 drink in favore di altrettanti, tra i quali Vesper e Pisco Sour che sono promossi dai New Era Drinks. In questa ultima categoria, come lecito attendersi, avvengono le variazioni più numerose e importanti, compresa l’introduzione di ben 16 drinks.

Questa piccola grande riforma contempla l’ingresso ufficiale di 8 varianti: Puccini, Rossini e Tintoretto nel Bellini. La Caipirinha presenta due note varianti (Caipiroska e Caiprissima) mentre lo Spritz (che perde la connotazione ufficiale di Spritz Veneziano) viene considerato nelle varianti con Campari, Select e Cynar.

Le prime impressioni

La nuova lista IBA 2020 è costruita in maniera attuale e rispecchia in toto il mondo della miscelazione di questo periodo storico. E’ da sottolineare la grande presenza italiana sotto ogni aspetto: dai membri che hanno contribuito alla creazione della lista, passando per i drink e i prodotti utilizzati.

In grande evidenza il mondo latino, con molti cocktail provenienti da Centro e Sud America, a dimostrazione della grande ascesa del bartending nel nuovo continente. L’attualità del nuovo ricettario IBA in vigore da marzo 2020 è dimostrata anche dalla registrazione di alcune ricette che hanno subito dei cambiamenti, come il Planter’s Punch.

cocktail-iba-2020-drink

I cocktail IBA 2020

The Unforgettables

ALEXANDER
AMERICANO
ANGEL FACE
AVIATION
BETWEEN THE SHEETS
BOULEVARDIER
BRANDY CRUSTA
CASINO
CLOVER CLUB
DAIQUIRI
DRY MARTINI
GIN FIZZ
HANKY PANKY
JOHN COLLINS
LAST WORD
MANHATTAN
MARTINEZ
MARY PICKFORD
MONKEY GLAND
NEGRONI
OLD FASHIONED
PARADISE
PLANTER’S PUNCH
PORTO FLIP
RAMOS FIZZ
RUSTY NAIL
SAZERAC
SIDECAR
STINGER
TUXEDO
VIEUX CARRÉ
WHISKEY SOUR
WHITE LADY

Contemporary Classics

BELLINI *
BLACK RUSSIAN
BLOODY MARY
CAIPIRINHA **
CHAMPAGNE COCKTAIL
CORPSE REVIVER #2
COSMOPOLITAN
CUBA LIBRE
FRENCH 75
FRENCH CONNECTION
GOLDEN DREAM
GRASSHOPPER
HEMINGWAY SPECIAL
HORSE’S NECK
IRISH COFFEE
KIR
LONG ISLAND ICED TEA
MAI-TAI
MARGARITA
MIMOSA
MINT JULEP
MOJITO
MOSCOW MULE
PINA COLADA
PISCO SOUR
SEA BREEZE
SEX ON THE BEACH
SINGAPORE SLING
TEQUILA SUNRISE
VESPER
ZOMBIE

New Era Drinks

BARRACUDA
BEE’S KNEES
BRAMBLE
CACHANCHARA
DARK ‘N’ STORMY
ESPRESSO MARTINI
FERNANDITO
FRENCH MARTINI
ILLEGAL
LEMON DROP MARTINI
NAKED AND FAMOUS
NEW YORK SOUR
OLD CUBAN
PALOMA
PAPER PLANE
PENICILLIN
RUSSIAN SPRING PUNCH
SOUTHSIDE
SPICY FIFTY
SPRITZ ***
SUFFERING BASTARD
TIPPERARY
TOMMY’S MARGARITA
TRINIDAD SOUR
VE.N.TO
YELLOW BIRD

Varianti:

*PUCCINI – ROSSINI – TINTORETTO
** CAIPIROSKA – CAIPIRISSIMA
***con CAMPARI – SELECT – CYNAR

La creazione della lista ufficiale dei cocktail IBA 2020

Giorgio Fadda, vice presidente dell’IBA, è l’uomo che ha stilato e presentato la nuova lista dei cocktail IBA.  Mr. Fadda, che ha fatto funzione di rappresentanza del presidente a Changdu, e si è impegnato in un lavoro molto faticoso, consultandosi con i barman più esperti del globo.

Egli rappresenta l’emblema della passione e della sapienza che offre il nostro paese al mondo della miscelazione. Più in generale, Giorgio Fadda è tra i miglior testimonial che lo stile italiano possa vantare attualmente, e rivela il perché di alcune scelte.

Il meeting del 2019 e la lista IBA 2020

Quando è stata prodotta questa lista ufficiale tanto attesa?

“Non c’è una vera e propria data di rilascio ufficiale: ho presentato io stesso la lista nel novembre del 2019 a Chengdu durante l’incontro tra tutti e 65 i rappresentanti dell’IBA. Siamo stati d’accordo sulla nuova lista, che in seguito ho fatto visionare nuovamente ad alcuni membri del board che hanno apportato alcune ultime modifiche.

Infine la lista ufficiale dei cocktail IBA è stata pubblicata sul sito ufficiale la penultima settimana di marzo. Si tenga conto che noi membri abitiamo in diversi parti del mondo: chi a Macao, Tallin, Singapore, in America Latina e così via. Abbiamo svolto dei meeting on line non facili da organizzare per via dei fusi orari, tra l’America e l’Asia più orientale. Inoltre va ricordato che noi siamo tutti volontari, quindi la maggior parte dei membri svolge già un lavoro.”

Come ha proceduto nella compilazione della lista?

“Abbiamo semplicemente scelto le ricette più interessanti, quelle che sono maggiormente richieste dai clienti di ogni parte del mondo. E’ stata una lunga selezione, e credo sia stata redatta una lista molto esauriente ed attuale.”

 

Italia e Mondo

L’ apporto dei professionisti italiani è sembra molto importante:

“Tengo a precisare che ho avuto il supporto di molti colleghi da tutto il mondo. Gli stimati colleghi italiani hanno dato una grande mano: Samuele Ambrosi è stato di enorme aiuto, come Gianni Zottola , il nostro più grande esperto di tiki drink. Devo ringraziare Francesco Lanfranconi e altri barman italiani, anche se il supporto è arrivato da ogni parte del mondo da parte di colleghi che ho coinvolto personalmente.

Anche all’interno della lista IBA c’è molta Italia. Lo Spice Fifty di Salvatore Calabrese, la ricetta del Trinidad Sour ispirato dal Trinidad Especial di Valentino Bolognese, le tre varianti dello Spritz con Select, Campari e Cynar.
Inoltre il Ve.n.To, cocktail a base della nostra grappa, e il Paper Plane costruito con Amaro Nonino.

A questo proposito non dimentichiamo che la produzione di alcolici nel mondo è concentrata in Europa, in particolare in Italia e Francia. Nel nostro paese abbiamo una scelta enorme di prodotti, soprattutto di liquori, per non citare vini e spumanti.”

Anche l’America Latina ha acquistato un notevole peso all’interno del mondo della miscelazione:

“E’ corretto, e per i motivi appena citati posso constatare che in Argentina avviene la più grande produzione di vermouth italiano, così come la maggiore produzione di Fernet e di consumo avviene li. Le scuole di barman nei paesi sud e centro americani stanno raggiungendo dei livelli alti, e di conseguenza anche tra gli addetti ai lavori c’è grande professionalità”

A proposito dei cocktail IBA

Si nota che è cambiato qualcosa nella categoria The Unforgettables, considerata “chiusa” dal precedente meeting del 2011:

“Effettivamente secondo l’ultima versione del ricettario ufficiale questa categoria è da ritenersi chiusa. Molti colleghi hanno però fatto notare che alcune ricette, pur avendo radici nel passato, non avevano una storia così conosciuta e non erano richiesti da molto tempo.

Questo dimostra l’apertura dell’IBA verso il presente ed il futuro. L’IBA è un’associazione moderna, lo dimostra il grande interesse verso le novità.  L’ International Bartenders Association è aperta a tutto e a tutti, anche ai non soci. I nostri concorsi sono aperti anche ai non soci ormai da anni, io sto progettando dei percorsi didattici che riguardano soprattutto i non soci.

Stiamo valutando la collaborazione con altre scuole, soprattutto in Sudamerica e in Asia: l’IBA vuole essere parte della comunità di barman, a prescindere dall’associazione.”

Sono state incluse delle varianti:

“Si, ci sembrava giusto seguire la realtà. Lo Spritz ha visto l’entrata del Select, oltre che a Campari e Aperol. Inoltre le varianti della Caipirinha e del Bellini sono dei veri e propri cocktail che hanno un appeal forte.”

Avete modificato alcune ricette?

“Abbiamo rivisto la Caipirinha, chiedendo il parere di molti barman brasiliani. Abbiamo reintrodotto la ricetta originaria del Planter’s Punch.”

Avrebbe incluso altri drink?

“Ci sono due o tre ricette che avrei inserito, e che ci avrebbero portato ad avere una lista cocktail IBA con 100 ricette. Potrebbero esserci delle prossime modifiche, con alcune ricette che si aprono al mondo non IBA.
Ma di questo ne sapremo qualcosa in futuro

best-bartender-2019-cocktail-iba

La lista ufficiale dei cocktail IBA 2020 sarà a breve disponibile in formato pdf, con le schede contenenti le ricette, la preparazione, la storia e le curiosità per ogni cocktail. Se vuoi rimanere aggiornato sulla pubblicazione della lista iscriviti alla newsletter.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *