I cocktail IBA

I cocktail IBA sono i drink catalogati dalla International Bartenders Association, con lo scopo di uniformare le ricette e le costruzioni dei drink. Attualmente i cocktail IBA sono settantasette, suddivisi in tre categorie.

Continua a leggereI cocktail IBA

Ricetta dello spritz

Il cocktail Spritz, classificato nel ricettario IBA come Spritz Veneziano, è diventato un fenomeno di massa a livello internazionale. Il binomio aperitivo - spritz vanta di un successo senza precedenti. Questa la ricetta originale dello spritz.

Continua a leggereRicetta dello spritz

King Alfonso

Il King Alfonso è un cocktail che ha fatto parte della lista cocktail ufficiale IBA del 1986. Viene spesso fatto coincidere con un cocktail dal nome moto simile e ispirato allo stesso personaggio, ma con una ricetta molto differente.

Continua a leggereKing Alfonso

Martini sweet

Il Martini Sweet cocktail è una variante del famoso Dry Martini, o Martini, dal quale differisce per l'uso di sweet vermouth in luogo della versione dry.E' considerato una rivisitazione di altri cocktail molto noti, come il Martinez e il Gin and It.

Continua a leggereMartini sweet

Oriental

L' Oriental cocktail, nonostante il nome, potrebbe essere stato creato nel 1930 a Londra, secondo una fantasiosa leggenda che ebbe luogo nelle Filippine.

Continua a leggereOriental

Grand Slam

Il Grand Slam cocktail è un drink creato nel 1930 da Harry Craddock in omaggio di Bobby Jones, grande campione di golf che riuscì in una impresa notevole.

Continua a leggereGrand Slam

Gin and It

Il Gin and It cocktail è la versione "italiana" del famoso Gin and French; è considerato una variante del Martinez ed è stato incluso nella lista IBA 1961.

Continua a leggereGin and It

Bombay

Il cocktail Bombay è evidentemente un riferimento alla città indiana capitale dello stato del Maharashtra, conosciuta dal 1995 con il nome di Mumbai. Il Bombay cocktail entra a fare parte della prima lista ufficiale della IBA del 1961, con una ricetta codificata in parti: 1/2 di Brandy e 1/4 di Vermouth dry e rosso.

Continua a leggereBombay

Parisian

Il Parisian appare per la prima volta nel famoso “Harry's ABC of mixing cocktails” di Harry Macelhone, nel 1919. Il cocktail Parisian appare anche nelle edizioni successive del manuale. E' curioso notare come il Parisian si trovi anche nel precedente “Jack's manual” di Jack A. Grohusko del 1910 e nel “Straub manual of mixed drinks” di Jacques Straub del 1913.

Continua a leggereParisian

Princeton

Il cocktail Princeton è un evidente omaggio alla sede universitaria di Princeton, situata nell'omonima cittadina dello stato americano del New Jersey. L' ateneo è uno dei più importanti del mondo nonché uno dei più antichi statunitensi, fucina di talenti e premi Nobel.

Continua a leggerePrinceton